BLOG

La Disinfestazione in Locazione: Chi Deve Pagare?

Spetta al Proprietario o all'inquilino? Approfondiamo con l'avvocato

Approfondiamo un tema di grande importanza per chi vive in un appartamento o in una casa affittata: i diritti e le responsabilità nella disinfestazione. Spesso, quando si affronta un problema di infestazione da insetti o parassiti, sorge la domanda: chi è responsabile di risolvere questa situazione, il proprietario o l'inquilino? In questa guida, esploreremo nel dettaglio questa questione, fornendo chiare indicazioni su come affrontare una situazione di disinfestazione e garantire la giusta ripartizione delle responsabilità.
La questione della responsabilità del pagamento per la disinfestazione in un immobile locato è un tema che può generare confusione e contenziosi tra proprietari e inquilini. In Italia, la risposta a questa domanda dipende da diversi fattori, tra cui la natura dell'infestazione, le condizioni dell'immobile e gli accordi contrattuali

È importante avere la consapevolezza dei propri diritti e doveri, poiché la gestione delle infestazioni può essere complessa e richiedere interventi professionali.
Questo articolo mira a chiarire i vari aspetti legali e normativi legati a tale questione, fornendo un quadro completo e dettagliato.

Normativa di riferimento

Il Codice Civile italiano fornisce diverse indicazioni in merito alla ripartizione delle spese tra proprietario e inquilino. In particolare, si devono considerare gli articoli relativi alla manutenzione ordinaria e straordinaria.


Articolo 1575 (Obblighi del locatore):

Il locatore è tenuto a consegnare la cosa locata in buono stato di manutenzione e a mantenerla in modo che serva all'uso convenuto.


Articolo 1576 (Manutenzione della cosa locata):

Il locatore deve eseguire durante la locazione tutte le riparazioni necessarie, eccetto quelle di piccola manutenzione che sono a carico del conduttore.


Articolo 1577 (Riparazioni urgenti):

Se si tratta di riparazioni urgenti che non possono essere differite, il conduttore può eseguirle direttamente, salvo il rimborso, purché ne dia avviso al locatore.


Articolo 1609 (Riparazioni di piccola manutenzione):

Le riparazioni di piccola manutenzione, che a norma dell’articolo 1576 sono a carico del conduttore, sono quelle dipendenti da deterioramenti prodotti dall'uso, e non quelle dipendenti da vetustà o da caso fortuito.

Disinfestazione: Manutenzione Ordinaria o Straordinaria?

La disinfestazione può essere considerata sia manutenzione ordinaria che straordinaria a seconda della gravità e della causa dell'infestazione.


Manutenzione Ordinaria:

Se l'infestazione è legata all'uso quotidiano dell'immobile (es. formiche, scarafaggi), è generalmente considerata una spesa di piccola manutenzione. In questo caso, la responsabilità del pagamento ricade sull'inquilino (art. 1576 c.c.). Le infestazioni ordinarie sono prevedibili e possono essere gestite con interventi regolari di disinfestazione che rientrano nelle normali operazioni di pulizia e manutenzione.


Manutenzione Straordinaria:

Se l'infestazione è dovuta a problemi strutturali dell'immobile o a vetustà (es. presenza di topi a causa di crepe nei muri, problemi nelle fondamenta), essa può essere considerata una spesa di manutenzione straordinaria, e quindi a carico del proprietario. Secondo l'articolo 1575 c.c., il locatore è tenuto a mantenere l'immobile in buono stato di manutenzione e a garantirne l'uso conforme a quanto pattuito.


Accordi Contrattuali

È fondamentale esaminare attentamente il contratto di locazione, poiché esso può contenere clausole specifiche riguardanti la disinfestazione e la ripartizione delle spese. Spesso, i contratti di locazione prevedono dettagli espliciti su chi debba pagare per determinati tipi di manutenzione, inclusa la disinfestazione.


Giurisprudenza e Prassi

La giurisprudenza italiana ha spesso confermato la distinzione tra manutenzione ordinaria e straordinaria in relazione alla disinfestazione. In diverse sentenze, i giudici hanno stabilito che le infestazioni ordinarie rientrano nelle spese a carico dell'inquilino, mentre quelle straordinarie, derivanti da difetti strutturali o problemi dell'edificio, sono a carico del proprietario.


Ad esempio, una sentenza del Tribunale di Roma (Sent. n. 19591/2013) ha stabilito che la presenza di topi causata da gravi carenze strutturali dell'immobile rappresenta una spesa di manutenzione straordinaria e quindi a carico del proprietario.

Consigli Pratici

Comunicazione e Documentazione:

In caso di infestazione, è importante che l'inquilino comunichi tempestivamente il problema al proprietario, preferibilmente per iscritto, e documenti l'infestazione con foto e video.


Interventi Urgenti:

Se l'infestazione rappresenta un pericolo immediato per la salute o la sicurezza, l'inquilino può procedere con interventi urgenti e richiedere successivamente il rimborso al proprietario, come previsto dall'art. 1577 c.c.


Clausole Contrattuali:

Prima di firmare un contratto di locazione, è consigliabile esaminare attentamente le clausole relative alla manutenzione e alla disinfestazione, e negoziare eventuali modifiche necessarie per chiarire le responsabilità.


Conclusione

In sintesi, la responsabilità del pagamento per la disinfestazione in un immobile locato dipende principalmente dalla natura dell'infestazione e dagli accordi contrattuali. Le infestazioni ordinarie sono generalmente a carico dell'inquilino, mentre quelle straordinarie sono a carico del proprietario. È essenziale che entrambe le parti leggano e comprendano il contratto di locazione e comunichino efficacemente per risolvere eventuali problemi di infestazione. In caso di dubbi o disaccordi, è sempre consigliabile consultare un legale specializzato in diritto immobiliare.


Foto by Freepik

GUARDA ANCHE

RICHIEDI UNA CONSULENZA
Qual'è il tuo problema?
+